C.I.L.-Home-Confederazione Italiana per il Lavoro e l'Occupazione

C.I.L.-Home-Confederazione Italiana per il Lavoro e l'Occupazione
   49897261_10213715617144195_3553021178903789568_nLA C.I.L. HA FIRMATO UN PATTO DI ADESIONE CON LA 
CONFIAL (CONFEDERAZIONE ITALIANA AUTONOMA LAVORATORI)
Nella foto a sinistra il Coordinatore Nazionale Benedetto DI IACOVO
e il Segretario Generale della CIL Alessandro DE DONNO





 

IL 14 GENNAIO U.S. P49234260_10213715617664208_1949965532350382080_nRESSO LA SEDE DI INFRATARAS (TARANTO)  A SEGUITO DI RICHIESTA DEI LAVORATORI 
SI E' TENUTA LA PRIMA ASSEMBLEA SINDACALE DELL'ANNO. LA CORPOSA PRESENZA DEI PARTECIPANTI
HA TENUTO A BATTESIMO LA PARTNERSHIP TRA CONFIAL E CIL. IL COORDINATORE NAZIONALE 
DI CONFIAL BENEDETTO DI IACOVO, HA DIMOSTRATO OVE FOSSE NECESSARIO CHE AL PARI DELLA CIL
I LAVORATORI SONO UN VALORE AGGIUNTO SULLO SCENARIO DEL MONDO DEL LAVORO COME ANCHE
L'AZIENDA E' UNA RISORSA DI CUI TENER CONTO NEL RISPETTO PARITARIO DELLE PARTI.







Firma del CCNL presso la sede nazionale Confsal in Roma per i Lavoratori dipendenti delle Organizzazioni Sindacali Nazionali e Territoriali di rappresentanza e di categoria delle Associazioni anche per il settore e degli Enti loro partecipati, promossi e collegati. A firmare: Confsal, Snalv, Confial, Unsic, Fna, Fismic, Fast Confsal, Snala, Feder.Agri, Fenalca Internazional, Netcoa.
Il primo contratto a livello nazionale, al momento, che regola questa materia.


53155012_10214060216478963_5781922795357208576_o


https://www.redditodicittadinanza.gov.it/schede/richiedi
rdc



MI FORMO E LAVORO AGGIORNAMENTI REGIONE PUGLIA PER L'AVVIO DEI CORSI DI FORMAZIONE 

Ultimissime Sistema Puglia di lunedì 14 Gennaio 2019

 

Mi Formo e Lavoro - comunicato stampa

Si riportano di seguito le date delle prossime fasi per il bando Mi Formo e Lavoro:
16 GENNAIO 2019 Per i partecipanti alla Manifestazione di Interesse (Cittadini), al fine di consentire loro l'aggiornamento dei dati di contatto sarà attivata apposita sezione con una nuova scheda che potrà essere utilizzata solo da chi ha già trasmesso una Manifestazione d'interesse.
Nell'area di lavoro del Partecipante, sarà disponibile la Ricevuta di Trasmissione della Manifestazione di Interesse
21 GENNAIO 2019
Per operatori dei CPI incaricati della gestione delle istanze Mi Formo e Lavoro sarà attiva su www.sistema.puglia.it - apposita sezione per l'accreditamento degli operatori e per l'inizio della verifica dei requisiti soggetti dei beneficiari finali
31 GENNAIO 2019
Conclusione dell'attività di valutazione delle istanze di partecipazione e approvazione dell'elenco degli Enti abilitati da parte del nucleo regionale
4 FEBBRAIO 2019
Caricamento da parte degli Enti su www.sistema.puglia.it dei singoli moduli formativi completi
14 FEBBRAIO 2019
Caricamento da parte degli Enti su www.sistema.puglia.it del calendario dei corsi
25 FEBBRAIO 2019
Inizio delle iscrizione ai corsi da parte dei beneficiari in possesso dei voucher rilasciati

11 marzo 2019
Comunicazione avvio corsi

 

Newsletter Sistema Puglia Num. 552 di Gennaio 2019

 

Mi Formo e Lavoro: Manifestazione di Interesse Cittadini - Nuove Funzionalità

Attiva procedura per aggiornamento recapiti e scarico ricevuta
Si informano i cittadini che hanno già trasmesso la Manifestazione di Interesse su Mi Formo e Lavoro che è attiva la procedura per scaricare la "ricevuta" di avvenuta trasmissione e - nel caso sia necessario - comunicare la variazione dei propri recapiti.
I servizi sono attivi nella pagina del bando Mi Formo e Lavoro sezione Area di Lavoro Cittadino - Manifestazione di Interesse.
Per poter utilizzare tali servizi è necessario eseguire i seguenti passi:
1. collegarsi al portale con le stesse credenziali già utilizzate per la trasmissione della propria Manifestazione di Interesse
2. rientrare nella sezione Manifestazione d'Interesse
In questa sezione è presente:

  • il link Ricevuta, attivo nella parte centrale della pagina, che consente di scaricare il documento pdf con i dati di riepilogo della MI.
  • Un nuovo servizio Modifica Recapiti, attivo nella colonna di sinistra dello schermo, che consente di comunicare eventuali variazioni sui propri recapiti, e di rettificare il CPI di appartenenza, nel caso questi siano diversi da quelli specificati nella Manifestazione di Interesse. Il servizio può essere utilizzato più volte e non prevede il rilascio di una ricevuta. Questi dati aggiornati saranno automaticamente resi disponibili nell'area di lavoro del CPI.

Per questi due servizi non è prevista una data di chiusura.

Rei-banner-360-240http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/poverta-ed-esclusione-sociale/focus-on/Reddito-di-Inclusione-R

eI/Pagine/default.aspx

Reddito di inclusione (REI)

Il Reddito di inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà dal carattere universale, condizionata alla valutazione della condizione economica. I cittadini possono richiederlo dal 1° dicembre 2017 presso il Comune di residenza o eventuali altri punti di accesso indicati dai Comuni. Il REI si compone di due parti:

  1. un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta REI);
  2. un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto sotto la regia dei servizi sociali del Comune.

Dal 1° gennaio 2018 il REI ha sostituito il SIA (Sostegno per l'inclusione attiva) e l'ASDI (Assegno di disoccupazione).
 

A CHI SI RIVOLGE

Il REI viene erogato alle famiglie in possesso dei seguenti requisiti.

Requisiti di residenza e soggiorno
Il richiedente deve essere congiuntamente:

  • cittadino dell'Unione o suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda.

Requisiti familiari

Nell'ottica della progressiva estensione della misura, la Legge di Bilancio 2018 (art. 1, comma 192) abroga dal 1° luglio 2018 tutti i requisiti familiari (presenza di un minorenne, di una persona disabile, di una donna in gravidanza, di un disoccupato ultra 55enne). Pertanto, a partire dal 1° giugno 2018, possono presentare domanda tutti coloro che possiedono gli altri requisiti, indipendentemente dalla composizione familiare.

Al riguardo si sottolinea che il nucleo familiare di riferimento per il calcolo dell'ISEE non coincide necessariamente con la famiglia anagrafica. Salvo casi particolari, la normativa ISEE prevede infatti che i coniugi fanno parte dello stesso nucleo anche se con diversa residenza anagrafica; i figli minori di 18 anni fanno parte del nucleo del genitore con il quale convivono; i figli maggiorenni, se non sono coniugati e non hanno figli, fanno parte del nucleo familiare dei genitori anche se non conviventi, se risultano a loro carico ai fini Irpef. A tal fine si chiarisce che sono considerati fiscalmente a carico se hanno redditi non superiori alla soglia di euro 2840,51, al lordo degli oneri deducibili.
 

Requisiti economici

Il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente di:

  • un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6mila euro;
  • un valore ISRE (l'indicatore reddituale dell'ISEE, ossia l'ISR diviso la scala di equivalenza, al netto delle maggiorazioni) non superiore a 3mila euro;
  • un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20mila euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a 10mila euro (ridotto a 8 mila euro per la coppia e a 6 mila euro per la persona sola).

Altri requisiti
Per accedere al REI è inoltre necessario che ciascun componente del nucleo familiare:

  • non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l'impiego (NASpI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
  • non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
  • non possieda navi e imbarcazioni da diporto (art. 3, c.1, D.lgs. 171/2005).

 

IL BENEFICIO ECONOMICO

Il beneficio economico varia in base al numero dei componenti il nucleo familiare (vedi tabella 1) e dipende dalle risorse economiche già possedute dal nucleo medesimo.

Tabella 1: valore mensile massimo del beneficio economico

Numero componenti
 

Beneficio massimo mensile
 

​1
 

​187, 50 €
 

​2
 

​294, 50 €
 

​3
 

​382, 50 €
 

​4
 

​461,25 €
 

​5

534,37 €*



PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTARE LE SEDI DEL SINDACATO



 
 
 
 
 

CONTATTI                                                                     

SEGRETERIA GENERALE CIL 

Via Lazio 30 - 74121  TARANTO 
Tel: 099/99.42.961 – Fax: 099/99.42.961
www.confederazionecil.it – info@confederazionecil.it – segreteria.generale@ confederazionecil.it 

C.F. 90232680737 Copyright © CIL 2015 – Tutti i diritti riservati 

SEGRETERIA NAZIONALE CONFIAL

Via Angelo Bargoni, 78 –  00153 Roma – Scala G – 5° Piano
Tel: 06 83083506 – Fax: 06 87813127
www.confial.it – info@confial.it – segreteria@confial.it – coordinatorenazionale@confial.it

C.F. 12300041006 Copyright © Confial 2014 – Tutti i diritti riservati rivacy

 
info@confederazionecil.it